Dal nostro

blog

5 SETTEMBRE 2019 • ALLOS

Scopri il migliore software HR per gestire la People Experience!

HR Core e People Experience: Creare valore per le persone e per il business

Se stai cercando un software HR, magari stai pensando che sarà difficile trovare esattamente quello che hai in mente. Se poi stai cercando un software HR che sia:

  • intuitivo e facile da usare;
  • aperto a manager e dipendenti;
  • scalabile assecondando le esigenze mutabili della tua organizzazione;
  • disegnato apposta per assecondare la compliance;
  • in grado di coinvolgere i team eterogenei e lontani dell’HQ;

allora magari hai anche qualche dubbio in più.

Forse trovare un software HR o HRIS con tutte le caratteristiche di cui hai bisogno ti sembra un sogno. Scoprirai invece che, grazie all’innovazione tecnologica, trovare un HRIS che risponda alle tue esigenze è ora una solida realtà.

HR Core e People Experience con il software HR SAP SuccessFactors, quali dubbi?

Magari hai già sentito parlare e letto qualcosa sul software HCM SAP SuccessFactors. Forse hai anche già visto come, attraverso il suo Employee Central potrai gestire anche le dinamiche più complesse. In ogni caso, hai bisogno di qualche informazione più dettagliata.

Interessante la possibilità di integrare tutte le funzioni HR in un solo sistema. Perché interagendo a sua volta con le altre funzioni aziendali, supera la logica dei silos. Tuttavia, detta così, potrebbe voler dire tutto e niente. Così come la possibilità di migliorare le decisioni, la People Experience e risultati di business. 

Se poi sai anche che:

  • le funzionalità di self-service e le agevolazioni nella gestione di transazioni ti consentiranno di dedicarti ai processi chiave e che
  • le dashboard ti prospetteranno una visione d’insieme e suggerimenti strategici per aggiungere valore al tuo business

Allora è facile capire perché hai deciso di voler approfondire leggendo questo articolo.

Sia che tu parta da un sistema HRIS frammentato sia da un’altra suite di HCM…

Il mondo HR è profondamente mutato e continua a farlo incessantemente. Come professionista quindi, non puoi più accontentarti di automatizzare i processi, ridurre i costi e assicurare il rispetto della normativa. I responsabili delle risorse umane, oggi, non sono più chiamati a gestire le attività di back office. Questo perché hanno l’obiettivo di estendere la loro azione all’intera azienda e trasformarla in un luogo di lavoro moderno e ingaggiante.

…sia che tu abbia obiettivi più ambiziosi

Se poi tra i tuoi obiettivi c’è, ad esempio, la creazione di un digital workplace, allora sei nel posto giusto. In questo caso infatti, la distanza dall’as-is al to-be potrebbe sembrarti incolmabile. Fortunatamente però, anche i software HR sono cambiati. Per raggiungere obiettivi così ambiziosi, hai dunque a disposizione ben più che semplici database.

I software HR più attuali infatti somigliano più ad un vero e proprio proprio hub. Dove far convergere le professionalità HR e centralizzare le funzionalità chiave. Per gestire al meglio le risorse, contribuendo nel contempo al loro benessere.

Quindi, veniamo al dunque e vediamo insieme quali attività ti permette di gestire il sofware HR SAP SuccessFactors Employee Central:

Profilazione delle persone

Il people profiling ti permette di tracciare tutte le informazioni rilevanti sui dipendenti, compresi i collaboratori esterni o a termine. Questa operazione, apparentemente semplice, ti permette di standardizzare i processi HR dall’headquarter alle divisioni sparse per il globo.

Design dell’organizzazione

Visibilità completa su assegnazioni e incarichi, anche sui collaboratori temporanei o fuori sede. Il position management ti consente di identificare e gestire in pochi click:

  • le posizioni critiche
  • le strutture organizzative, mantenendole in linea con i bisogni di business e di agevolando l’efficienza amministrativa
  • la pianificazione delle carriere, snellendo e ottimizzare recruiting e strategie di learning.

Gestione dei benefit

Il global benefit management ti libera da attività time-consuming. Permette infatti ai componenti del team di accedere facilmente alla loro area, per consultare in ogni momento i propri trattamenti. Saranno visibili in tempo reale, se ritenuto necessario, le informazioni come rimborsi, premi, pensioni e piani assicurativi.

Gestione delle presenze e del piano ferie

Il software HCM registra automaticamente le assenze, le ferie e i permessi maturati. Calcola dunque le retribuzioni, in base al profilo professionale e nel pieno rispetto degli accordi collettivi e sindacali di settore. Inoltre, grazie all’interfaccia intuitiva e user friendly, agevola le richieste dei collaboratori. Le persone possono inoltre, ad esempio, valutare istantaneamente il loro monte ore e gli straordinari.

Compliance automatizzata

Grazie alla localizzazione, il software HR si adatta automaticamente ai cambiamenti legislativi dei diversi comparti, in oltre 90 Paesi.

Tecnologia cloud-based e integrazione con soluzioni SAP o di terze parti

Il software HR SAP SuccessFactors Employee Central è nativamente pensato per dialogare con i principali ERP, sistemi HR e payroll. Interagisce inoltre con ogni altra terza parte. Sia essa deputata ad una o più di queste attività:

  • semplificare le modalità di pagamento;
  • snellire le procedure per l’ottenimento di visti e permessi;
  • gestire i ticket tramite chiamata o e-mail.

Sono molti i benefici ottenibili con il sofware HR SAP SuccessFactors Employee Central

Una soluzione completa di tutte le funzionalità elencate ti offre quindi innumerevoli vantaggi. Noi te ne riportiamo di seguito alcuni tra i più apprezzati dai nostri clienti:

Possibilità di diffondere facilmente le best practice

Il software HCM riunisce tutte le funzioni di core HR. Quindi raccoglie dati su una forza lavoro diversificata localizzata in diversi angoli del pianeta. Questo agevola l’individuazione delle buone pratiche e permette di estenderle velocemente a tutta l’organizzazione.

Prevenzione dei contenziosi

L’approccio proattivo e l’accoglimento in tempo reale dei mutamenti del quadro legislativo, assicurano il pieno rispetto delle norme.

Riduzione di costi e rischio tecnologico

Le possibilità di integrazione predefinite, semplificano le procedure e minimizzano i tempi e i costi connessi al mantenimento e allo sviluppo dell’infrastruttura tecnologica.

Miglioramento della base dati, delle strategie e dell’Employee Experience

I processi HR gestiti in tempo reale e attraverso dashboard intuitive e strumenti di self-service permettono di raccogliere e sfruttare istantaneamente le informazioni. Questo apporta valore a vantaggio delle decisioni strategiche di business, mantenendo il focus sulla centralità della persona. 

Amento della soddisfazione e dell’engagement dei collaboratori

I dati parlano chiaro: le imprese che si impegnano a garantire l’employee experience ottimale vedono ripagati il loro sforzi con un’aumentata produttività. Ma non solo, anche un minor turnover e l’agognata customer satisfaction alla base di ogni successo aziendale.

Ma come migliorare realmente la vita lavorativa dei collaboratori nel quotidiano attraverso un software HR?

Come appena visto, eccellenti risultati si possono ottenere già con piattaforme user-friendly come SAP SuccessFactors. Tuttavia, l’obiettivo potrebbe essere quello di rilevare il sentiment e migliorarlo a ogni stadio della vita lavorativa. In questo caso, è consigliabile integrare la parte core del software HR, unendo ai dati operativi quelli esperienziali.

Come migliorare la people experience con SAP SuccessFactors e SAP Qualtrics?

Oltre a misurare i livelli di engagement, turnover e produttività, potrai analizzare i motivi che spiegano gli andamenti degli indicatori. Potrai quindi agire di conseguenza, aggiungendo significato al people journey e valore al business.

SAP Qualtrics Employee Engagement

Con questa soluzione potrai capire quali esperienze incidono davvero sul coinvolgimento e sul benessere dei collaboratori. Per poter quindi decidere dove focalizzarti per incrementarli. SAP Qualtrics Employee Engagement, infatti, ti offre:

  • sondaggi precostituiti

Basati su collaudate best practice unitamente a un survey builder che ti permette di impostare le domande come vuoi.

  • automazione del follow up

Prevede la possibilità di intervistare le persone a determinate scadenze e tramite ogni canale possibile per verificare i risultati raggiunti.

  • dashboard personalizzate

Facilitano l’azione dei manager, rendendo disponibili all’occorrenza anche solo i dati interessanti per determinati profili

  • Text IQ

Analizza automaticamente le risposte e i messaggi dei dipendenti grazie al native language processing. Fornisce quindi una panoramica, per valutare l’umore dominante.

SAP Qualtrics Employee Lifecycle solution

In questo caso a contare sono soprattutto i feedback forniti in momenti significativi come l’inserimento e l’abbandono dell’azienda. SAP Qualtrics Employee Lifecycle solution, infatti, fornisce template per raccogliere autonomamente e in pochi minuti:

  • Dati e percezioni dei nuovi assunti che, combinati con quelli raccolti in successivi touchpoints, ti permettono di analizzare l’impatto della fase iniziale sull’intera vita lavorativa e di impostare azioni che incidano su produttività e tempo di inserimento;
  • Opinioni delle persone che lasciano il posto di lavoro, utili a individuare situazioni critiche nell’organizzazione.

Il software, inoltre, segnala anche i “collaboratori a rischio” tramite alert in tempo reale, suggerendoti azioni per trattenerli in azienda.

SAP Qualtrics Employee Benefits Optimizer solution

È la prima soluzione di questo tipo a utilizzare una metodologia di Choice-Based Conjoint Analysis, che prevede di segnalare una preferenza tra un insieme di pacchetti compensativi simili, per identificare quelli più adatti al budget, alla cultura aziendale e ai collaboratori di ogni organizzazione. Per permetterti di individuarli, Qualtrics Employee Benefits Optimizer

  • Coinvolge attivamente i componenti del team nella progettazione del sistema di compensazioni non monetarie
  • Semplifica il lavoro grazie alla configurazione guidata
  • Analizza i trend, fornendoti report sulle opzioni più impattanti a livello di business

Avresti mai pensato di poter gestire in pochi click il core HR e la People Experience? Per saperne di più, contattaci: saremo lieti di illustrarti le suite che miglioreranno i tuoi KPI, insieme alla tua vita e a quella della tua squadra.

Le potenzialità degli assistenti virtuali come Alexa per la gestione HR

24 LUGLIO 2019 • ALLOS

Continuous feedback: migliorare insieme people experience e risultati

17 LUGLIO 2019 • ALLOS • CONTINUOUS FEEDBACK • PEOPLE EXPERIENCE • PERFORMANCE MANAGEMENT

Chatbot e HR: un potente abilitatore che lascia più spazio alla strategia

10 LUGLIO 2019 • ALLOS • CHATBOT • DIGITAL WORKPLACE • PEOPLE EXPERIENCE
27 GIUGNO 2019 • ALLOS • CULTURA AZIENDALE • PEOPLE EXPERIENCE • PEOPLE VOICE

People Voice come driver del benessere e della crescita delle imprese

Organizational and People Voice: dalla voce individuale alla voce organizzativa dei collaboratori

La diffusione dello smart working, l’impennata di contratti atipici e poco tutelati e il ruolo sempre più marginale dei sindacati tradizionali stanno silenziando in misura crescente la people voice. La voce dei collaboratori, all’interno delle organizzazioni, rimane infatti spesso inespressa e inascoltata. Eppure, dare la parola alle persone è essenziale per un’impresa di successo. Infatti aiutare a far emergere la people voice migliora la people experience e favorisce il raggiungimento degli obiettivi aziendali. Inoltre ha un lato particolarmente dolce, la sua diretta influenza sull’incremento dei KPI della divisione HR.

Che cos’è la people voice e perché è così importante

La possibilità dei lavoratori di esprimere le proprie visioni, opinioni, preoccupazioni per influenzare le decisioni al lavoro.

è questa la definizione di people voice fornita dal CIPD. In un recente report sull’argomento, sottolinea inoltre la duplice valenza della voce dei collaboratori. Il CIPD invita pertanto i professionisti HR a far emergere:

L’organizational Voice

L’organizational voice comprende le idee e i suggerimenti diretti a perfezionare la gestione dell’organizzazione. La voce organizzativa può quindi tradursi in:

  • una spinta alla creatività e all’innovazione;
  • l’incremento dei livelli di soddisfazione ed engagement;
  • la riduzione di assenteismo e turnover patologico.

L’individual voice

L’individual voice riguarda invece gli aspetti che colpiscono in prima persona i lavoratori. L’espressione della voce individuale ha un peso sia etico che funzionale, perché:

Cosa puoi fare in pratica per facilitare l’espressione della People Voice

Anche se l’attuale organizzazione del lavoro sembra ostacolare la partecipazione dei collaboratori, puoi iniziare a favorire questo processo. Come HR potrai infatti adottare diverse soluzioni per facilitare l’autoespressione e l’inclusione:

  • Implementare i canali e formare la leadership

Esistono molti strumenti per dar voce ai collaboratori: si va dagli incontri di gruppo ai metodi hi-tech, come i sondaggi anonimi online e l’ideas street*, dove i suggerimenti vengono postati e votati dai colleghi.
Le ricerche, però, dimostrano che il canale prediletto rimane il faccia a faccia informale con i superiori. I manager, tuttavia, per essere considerati interlocutori affidabili, devono adottare uno stile di leadership etico, fattivo e aperto al nuovo. Dal report citato, infatti, emerge che un quinto di chi fa sentire la propria voce non ottiene supporto. Mentre chi sceglie il silenzio spesso pensa che, in un ambiente poco propenso all’innovazione, esporsi sarebbe inutile o addirittura controproducente.

  • Migliorare il job design

Considerando che, secondo il CIPD, i problemi più sentiti dai collaboratori sono gli eccessivi carichi di lavoro e i cambiamenti organizzativi, la tua missione consisterà in:

  1. coinvolgerli attivamente nell’assegnazione dei task;
  2. prevedere un programma di assistenza, consulenza e learning per aiutarli ad affrontare i mutamenti.
  • Impiegare strategie role-based su tutti i livelli organizzativi

I dati raccolti dal CIPD mostrano anche che i lavoratori più disposti a comunicare sono i senior manager che ricoprono ruoli chiave e vantano un’anzianità di servizio di oltre 15 anni. I nuovi assunti, invece, entrano carichi di aspettative ma, nell’arco di due anni, solitamente si adeguano al silenzio generale. Spetterà alle HR e ai manager dunque, incoraggiarli ad aprirsi con strumenti ad hoc, da estendere anche ai lavoratori part-time e attraverso il digital workplace.

Adesso che conosci la portata della voce dei lavoratori, non ti resta che far loro da microfono e invogliarli a partecipare, per valorizzare la people experience e assicurarti un’impresa più innovativa, trasparente e di successo.

*l’ideas street è una versione più moderna della suggestion box, in cui le idee vengono pubblicate online in modo che tutti i colleghi possano vederle e votarle e possano essere prese in considerazione in base al supporto che ricevono.

People Analytics: applicazioni concrete tra vecchi limiti e nuove prospettive

7 GIUGNO 2019 • ALLOS • HR ANALYTICS • HR INTELLIGENCE • PEOPLE ANALYTICS

HR Talk – People Experience

4 GIUGNO 2019 • ALLOS • EVENTI HR • HR INNOVATION • PEOPLE EXPERIENCE

Diversity Management: valorizzare differenze di competenze, caratteristiche e abilità

23 MAGGIO 2019 • ALLOS • CULTURA AZIENDALE • DIVERSITY MANAGEMENT • HR INNOVATION
1 2 3 4 5 6 7 9